La finalità principale della nostra Associazione è fare della Scuola di Musica “ARVALIA” un punto di riferimento per promuovere e potenziare cultura e di offrire a tutti i cittadini e ai giovani in particolare, l’opportunità di avvicinarsi all’arte della Musica in tutte le sue forme come elemento imprescindibile di inclusione sociale a prescindere da età, sesso, disabilità, etnia, svantaggio sociale ecc. e assicurare pari opportunità per ridurre il più possibile disuguaglianze.

L’intento e quello di fare della Scuola di Musica Popolare Arvalia un centro inclusivo di aggregazione sociale, per contribuire al miglioramento della qualità della vita culturale della comunità, con lo stimolo e lo sviluppo delle capacità creative delle persone.


Obiettivo principale è quello di creare una “Comunità Artistica” capace di diffondere cultura e allo stesso tempo promuovere inclusione sociale, offrendo un percorso formativo artistico-musicale finalizzato all’acquisizione degli elementi di base della pratica musicale, in un ambiente dove tutte le diversità vengano valorizzate per dare a tutti pari possibilità di crescita, anche in forma amatoriale o specialistica per accompagnare l’allievo in un percorso che apra la via alla realizzazione di sogni ritenuti irraggiungibili.

FONDAZIONE CUOMO 2024

I progetti hanno il duplice obiettivo di promuovere l’arte della Musica e del Teatro, la cultura fra i giovani e favorire la socializzazione e l’inclusione sociale, offrendo così nuove opportunità e rendere possibile un futuro migliore per chi, per svariati motivi, non ha mai potuto avvicinarsi a queste discipline artistiche.

ORCHESTRA GIOVANILE INCLUSIVA

L’Orchestra prende ispirazione dal progetto “El Sistema”, modello didattico musicale nato nel 1975, ideato e promosso in Venezuela dal Maestro José Antonio Abreu che consiste nella diffusione capillare dell’educazione musicale pubblica, con accesso gratuito e libero per bambini e ragazzi di tutti i ceti sociali ma soprattutto per quelli provenienti da situazioni economiche e sociali svantaggiate.
I ragazzi hanno la possibilità di imparare uno strumento che verrà suggerito dalla scuola di musica in base alle attitudini di ciascun allievo.
La scuola di musica mette a disposizione degli allievi gli strumenti musicali e le sale per lo studio e le esercitazioni.
Vengono organizzati eventi e situazioni musicali appositamente creati per consentire ai ragazzi di esibirsi in pubblico, al fine di mettere in pratica quanto appreso durante le lezioni.

COMPAGNIA TEATRALE SOLIDALE

La Compagnia Teatrale Solidale prende forma grazie alla sinergia tra le varie attività laboratoriali della Scuola di Musica Arvalia. Saranno accolti giovani allievi che, affiancati da docenti, attori e musicisti professionisti, con metodi innovativi e informali, lavoreranno alla preparazione e alla messa in scena di spettacoli Teatrali e Musicali. Gli spettacoli affronteranno tematiche di impegno civile e sociale, da rappresentare in teatri, piazze e in qualsiasi altra occasione idonea.
La compagnia avrà l’intento di formare artisticamente gli allievi e offrire loro l’opportunità di fare esperienze da protagonisti. Allo stesso tempo, mirerà a sostenere l’educazione e la formazione di una coscienza individuale e collettiva rivolta alla “NON-DISCRIMINAZIONE” e alla cittadinanza attiva e partecipativa con l’obiettivo di contrastare la povertà educativa, le forme di emarginazione e violenza minorile, nonché l’isolamento sociale dei minori e degli adulti.
Il progetto prevede la messa in scena di uno Spettacolo Teatrale Musicale dal titolo ” Fai la differenza… Ferma la violenza” che affronterà il tema del bullismo e della violenza di genere, con l’obiettivo di incoraggiare il cambiamento a livello individuale e collettivo.
“Fai la differenza… Ferma la violenza” sarà un emozionante e coinvolgente percorso in cui i giovani saranno protagonisti. Avrà lo scopo di mandare un forte messaggio contro gli stereotipi di genere, sensibilizzare al rispetto delle disuguaglianze e contrastare e prevenire ogni forma di violenza e sopraffazione.
La regia integrerà abilmente momenti di recitazione, canto e musica, che emozioneranno e coinvolgeranno il pubblico. La narrazione si svilupperà attraverso la scoperta della forza interiore.

“La linea dell’orizzonte”